Il 12° e penultimo degli jólasveinar è Ketkrókur (Colui che uncina la carne). Scende dalle montagne il 23 dicembre, giorno di San Thorlak.

Ketkrókur è astuto e pieno di risorse, anche per i già alti standard di astuzia e intraprendenza degli altri ragazzi. Ciò che Ketkrókur fa meglio di ogni altro è “pescare” l’agnello tradizionale affumicato con un palo uncinato.

È il più alto dei fratelli. L’incrocio tra troll, elfo e parte di discendenza umana gli diede un paio di gambe molto lunghe e piuttosto rigide. La leggenda dice che cammina come se fossero fatti di legno, e deve usare un lungo bastone da passeggio per poter camminare correttamente.

La sua strategia preferita consiste nell’abbassare il suo gancio attraverso il camino della cucina. Può rubare una moltitudine di questa prelibatezza islandese usando questa tecnica peculiare. Credi che se non hai il camino, la tua cena festiva è al sicuro? Non lo so onestamente.

 

Ketkrókur, dodicesimo,
Conosceva una cosa o due.
– Marcia nel paese
Il giorno di San Thorlak.

Ha agganciato un po’ di carne
Ogni volta che poteva.
Ma spesso un po’ corto
a volte era il suo bastone.